20

Set
2016

Tour in Marocco: i tappeti berberi

Posted By : Maggy/ 31 0

Cosa fare se si desidera acquistare un tappeto in Marocco? O (più probabilmente) si entra in un negozio di un suk senza intenzione di acquistare, ma è probabile che ci si innamori di un tappeto berbero. Non c’è bisogno di una guida, bastano semplicemente il proprio gusto e il budget.
Tuttavia, per chi ha tempo e voglia, ecco una breve guida sui tappeti berberi del Marocco.
Esistono circa quarantacinque diversi gruppi tribali, ognuno dei quali ha un disegno distintivo e, a volte, diversi stili di tessitura e di ricamo. Due sono i più famosi stili di disegno tribale: quello del Zemmour e quello del Zaiane.
I tappeti Zemmour moderni sono riconoscibili dal lavoro di progettazione intricato nel ricamo. In un vecchio Zemmour il lavoro è molto meno complesso.
Quando un Zemmour viene collocato accanto a un tappeto Zaiane, la differenza è subito evidente: il Zaiane ha losanghe molto distintive nella progettazione.
I tappeti Zaiane provengono per la maggior parte dal sud del Medio Atlante, i tappeti Zemmour non sono più prodotti, quindi, se vi imbattete in un tappeto Zaiane è probabile che sia antico; uno “nuovo” potrebbe essere un falso!
Uno stile nettamente diverso è quello di Beni Ouarain. Beni Ouarain è un’ importante tribù berbera e proviene dalla regione del Medio Atlante. Questa tribù berbera utilizza “lana dal vivo” – cioè lana di tosatura di una pecora, piuttosto che preso da una pelle di pecora, dopo che la pecora è stata uccisa. La caratteristica principale di un tappeto Beni Ouarain è la lana morbida e folta. Questo li rende molto confortevoli sotto i piedi e sono molto ricercati per l’uso in inverno.

Un altro esempio di tappeto in pura lana 100% è il Marmoucha. Questa tribù è dalla regione vicino al Sahara nella parte settentrionale del Marocco e si trova vicino alla frontiera con l’Algeria. Anche questo è un tappeto con una “shaggy pile”, cioè lana folta e morbida, alta.
Da dove proviene la lana? La lana proviene dalla tosatura della pecora viva. Il cotone per il ricamo viene dal Marocco, Australia, Nuova Zelanda, Spagna. La lana marocchina è al 100% come la seta, ma i colori sono un po’ “sporchi” a confronto.
Come sono quindi i colori? Il rosso è come il fiore del papavero; l’arancio o giallo è come lo zafferano; il bianco è come la fibra naturale; il blue è indaco, da ricordare che il Marocco ha uno dei pochi coloranti indaco naturale del mondo.
Alcuni dei tappeti moderni usano coloranti sintetici, ma questi non sono i tappeti tradizionali, che vengono invece trattati con coloranti naturali.

Scrivici per disegnare il viaggio che desideri

nomadexperienceit@gmail.com

Leave your comment

Please enter comment.
Please enter your name.
Please enter your email address.
Please enter a valid email address.