febbraio 2017

Vacanze al mare in Marocco: le spiagge

Posted By : Maggy/ 28 1

Le vacanze estive al mare in Marocco sono la migliore combinazione tra tour e relax su spiagge meravigliose. La scelta è ampia: da Asilah ad Essaouira.

Asilah è situata a sud di Tangeri, è piccola, molto raccolta perchè non ancora invasa dal turismo di massa. Risente molto dell’influsso spagnolo, infatti spesso nei ristoranti vengono serviti piatti tipici spagnoli quali la paella. La Medina è molto bella, raccolta e visitabile in poche ore passeggiando tra le viuzze. La spiaggia è molto ampia ed è una delle più belle lungo tutta la costa del Marocco che si affaccia sull’Atlantico, con un mare limpido e di un azzurro intenso. Non esiste un periodo preciso dell’anno per visitare Asilah, è possibile anche a dicembre, ma se si vuole combinare un tour delle città imperiali e un periodo di relax al mare, il luogo è ideale nel periodo delle vacanze estive perchè l’acqua del mare è meno fredda. Per esempio si può inserire Asilah in un tour da Tangeri al sud del Marocco, passando per Casablanca per poi proseguire verso il sud del Marocco. Oppure continuare il viaggio verso il sud del Paese. Se cercate hotel o servizi di lusso Asilah non è Essaouira, resta ancora una realtà discreta.

Più attrezzata è invece Essaouira, con una vasta scelta di riad a 4 o 5 stelle, la spiaggia molto attrezzata e ristorantini che offrono pesce freschissimo a buon prezzo. Essaouira è più comoda da raggiungere sia che si arrivi su Marrakech che su Casablanca. L’antico nome di Essaouira è Mogador: il porto, interamente dedicato alla pesca, è molto animato. Da qui ha inizio la lunghissima e ampia spiaggia. Per chi ama gli sport acquatici è possibile praticare wind surf, kite e surf nel magico paesaggio del Marocco! La zona è un luogo da sogno per i surfisti, assicurando così vacanze al mare in Marocco indimenticabili. Il vento soffia sempre durante il periodo estivo e anche in autunno è possibile praticare del buon surf, se il tempo non cambia così drasticamente. Il livello del mare cambia da zona a zona per questo si può sempre trovare un luogo idoneo al grado di abilità. Anche nei periodi più ventosi esistono baie protette dove le condizioni rimangono eccellenti per il surf. Tra Maggio e Giugno si può vivere la magica atmosfera del Festival della musica Gnawa, un grande momento di incontro tra musica jazz, rock, pop e musica originaria da differenti percorsi musicali.

Un’altra località che può assicurare una piacevole vacanza al mare in Marocco è El Jadida.

El-Jadida, così come la più famosa sorella Essaouira, deve le sue radici ai coloni portoghesi. Anche per El Jadida si ha la possibilità di combinare la propria vacanza in Marocco tra mare e tour; infatti si trova sempre sulla costa Atlantica e dista da Marrakech circa 177 chilometri. Ha un grande patrimonio architettonico come la fortezza di Mazagan o come la splendida ed imponente cisterna d’acqua, con soffitii a volte, sorretti da 25 colonne e con una zona centrale adibita alla raccolta dell’acqua piovana. La spiaggia è bagnata da un mare limpido e tranquillo.

Per completare la vacanza di mare in Marocco non mancano anche qui ristorantini tipici, in cui gustare le ostriche e i ricci di mare.

 

 

 

Tour in Marocco: la biblioteca di Fes

Posted By : Maggy/ 27 0

L’università più antica del mondo è nata nell’859 a Fes in Marocco ed è stata creata per opera di una donna di religione islamica di nome Fatima al Fihri. L’università è ‘al Qarawiyyin’.

La biblioteca è stata restaurata ultimamente da una donna architetto canadese ma di origine marocchina, Aziza Chaouni.
Una parte dell’università è stata aperta al pubblico a fine. La biblioteca racchiude una vasta collezione di più di quattromila libri e secolari manoscritti in arabo dei più famosi  studiosi della zona.
Sono esposti una copia del Corano del nono secolo e un volume di giurisprudenza islamica del filosofo Averroè. L’università dapprima nacque come moschea per volontà di al Fihri, che ereditò una fortuna dal padre mercante quando la famiglia lasciò la città tunisina di Qayrawan.
Al Fihri era una giovane donna attratta dal sapere e desiderosa di conoscere il mondo. Aveva seguito lei stessa i lavori di costruzione della moschea e frequentato fino a tarda età le lezioni dei famosi professori che arrivavano da lontano per insegnare alla scuola della moschea.

L’università di al Qarawiyyin è ancora oggi un’alta istituzione in tutto il mondo arabo. Attualmente è situata in una nuova sede più moderna, ma sia la moschea sia la biblioteca sono rimaste nell’edificio originario.

Una biblioteca moderna
Quando l’architetta Chaouni, originaria di Fes,venne contattata dal ministero della cultura per affidarle il restauro della biblioteca, non ne aveva mai sentito. Da tempo l’edificio era rovinato per via del clima e dell’umidità. La stessa Chaouni racconta che la biblioteca fu ristrutturata più volte, ma per mancanza di isolamento termico ed altri problemi tecnici, la biblioteca rimase per tanto tempo danneggiata.
Ora l’edificio è un esempio di alto restauro moderno:
pannelli solari, un nuovo impianto idraulico, sistemi di sicurezza digitali per le sale con volumi preziosi e aria condizionata per controllare l’umidità e preservare i libri custoditi.

In passato la biblioteca era aperta solo a studiosi e ricercatori, ora invece ci sarà un’area accessibile al pubblico, oltre a una sala espositiva e un piccolo café.