24

Lug
2015

Marocco città imperiali: il valore di Meknes

Posted By : Maggy/ 9 0

La città imperiale di Meknes è nei secoli finita ai margini della storia e i prestigiosi monumenti che le rimangono, come i granai e la tomba di Moulay Ismail e la porta di Bab Mansour, danno un’impressione di estraneità al contesto, quasi come cattedrali nel deserto.

Il vero valore di Meknes è nella fedeltà a una tradizione, quella berbera, minoritaria in Marocco dai tempi lontani della venuta degli Arabi. Protetta da 45 chilometri di mura e riparata da secoli dalle tempeste della storia, ha mantenuto un rapporto speciale con questa etnia originaria dalle vicine montagne dell’Alto e Medio Atlante. “Io sono berbero”, rivendica con orgoglio il taxista Ahmed, che come tutti i colleghi viaggia su Fiat Uno celesti di ordinanza, “e Meknes è la capitale dei Berberi”.

Un ruolo che sopravvive nell’artigianato, soprattutto per quanto riguarda i tappeti, stoffe, abiti che si trovano nel souk vicino alla Grande Moschea, e nella passione collettiva per l’equitazione, con scuderie di allevamento che preservano il cavallo berbero, razza in via di estinzione.

Leave your comment

Please enter comment.
Please enter your name.
Please enter your email address.
Please enter a valid email address.